Progetto

Generale

Profilo

Installazione e configurazione di server e client FreeNX

Per maggiori informazioni sul protocollo NX e sul suo funzionamento nel dettaglio, si può visitare il sito di NoMachine. Qui verrà utilizzata la versione libera del sistema di client/server NX, chiamata FreeNX.

In questo esempio sia il client che il server saranno delle macchine GNU/Linux Ubuntu Dapper; i pacchetti di FreeNX non sono inclusi tra quelli forniti dalla distribuzione quindi andranno presi da una fonte esterna. Su http://free.linux.hp.com/~brett/seveas/freenx/ si trovano delle informazioni su diversi mirror dei pacchetti, che sono disponibili anche per Ubuntu Breezy.

Va quindi aggiunta la riga con il repository necessario al file /etc/apt/sources.list, assicurandosi di aver abilitato anche i pacchetti del repository chiamato universe da cui sono presi altri pacchetti necessari per l'installazione di FreeNX:

deb http://free.linux.hp.com/~brett/seveas/freenx dapper-seveas freenx

Sul server va installato il pacchetto server, con le relative dipendenze:

apt-get install freenx

oltre a questo si possono installare alcuni programmi ausiliari come nxdesktop.

A questo punto debconf chiederà che chiavi utilizzare per l'autenticazione dei client. Selezionare la modalità che si preferisce a seconda del livello di sicurezza desiderato: le chiavi predefinite permettono un'installazione più semplice e rapida, delle chiavi custom garantiscono una maggiore sicurezza, ma vanno distribuite "a mano" a tutti i client. Terminata l'installazione, il sistema server è pronto ad esportare sessioni X oppure singole applicazioni. Sul client invece va installato il client NX con:

apt-get install nxclient

A questo punto sarà possibile connettersi al sistema server con le proprie credenziali (username/password) utilizzando il client. Il comando per lanciarlo è /usr/NX/bin/nxclient, ma dovrebbe anche essere stato inserito nel menu di GNOME sotto la voce Internet -> NX Client for Linux.

Il client mette a disposizione diverse opzioni, accessibili premendo il pulsante "configure".
Il menu "general" permette di impostare diversi parametri come l'host server a cui connettersi, la velocità del nostro collegamento ad internet.

Volendo lanciare una singola applicazione, vanno modificati alcuni parametri nel menu "desktop": va prima di tutto impostato come "Unix" e come ambiente grafico va impostato "Custom"; va successivamente premuto il pulsante "Settings" dove su "Applications" andrà impostato il comando da lanciare (es: gnome-terminal) e sotto "options" andrà impostato "Floating Window" e quindi sarà possibile chiudere la finestra.

Spostandosi al menu "Services" sarà possibile esportare delle risorse SMB locali oppure le stampanti locali alla macchina server, in modo da averle disponibili nell'applicazione lanciata in remoto.