Project

General

Profile

DjangoTornadoNginxAuth » History » Version 3

Version 2 (Mark Caglienzi, 12/11/2013 07:06 PM) → Version 3/7 (Mark Caglienzi, 12/11/2013 07:08 PM)

h1. Django Tornado Nginx Auth

Si suppone che si abbia un progetto django nella directory @/home/utente/projects/django/@ e un progetto tornado nella directory @/home/utente/projects/tornado/@. Si vuole configurare nginx in modo che django venga servito all'url http://example.com/ e tornado all'url http://example.com/tornado/, facendo in modo che l'accesso a tornado sia inibito se non si è autenticati a django.

La guida è condotta su un sistema Debian Jessie, al momento in testing (per altre versioni probabilmente andrà adattato qualcosa).

h2. Prerequisiti

Servono (oltre a django e tornado, ovviamente) anche i pacchetti: @devscripts@, @mercurial@, @fakeroot@.

h2. Compilazione di nginx

Esiste "un plugin per nginx":https://github.com/perusio/nginx-auth-request-module (scritto da uno dei core developer di nginx stesso) che nella versione 1.4.x del server (quella attualmente in debian) non è incluso. Quindi bisogna scaricare il plugin e ricompilare nginx. Per comodità si useranno il più possibile i sorgenti e il sistema di build di debian.

<pre>
$ mkdir /home/utente/projects/nginx
$ cd /home/utente/projects/nginx
$ dget http://ftp.de.debian.org/debian/pool/main/n/nginx/nginx_1.4.4-1.dsc
</pre>

Questo per scaricare il pacchetto sorgente di nginx 1.4.4 e averlo automaticamente scompattato.

<pre>
$ cd nginx-1.4.4/debian/modules
$ hg clone http://mdounin.ru/hg/ngx_http_auth_request_module nginx-auth-request
</pre>

A questo punto nella sotto-directory @debian/modules/nginx-auth-request@ c'è il codice del plugin richiesto (preso direttamente dal repository mercurial dove viene sviluppato, dato che il repository su github è meno aggiornato).

<pre>
# apt-get build-dep nginx
</pre>

In questo modo verranno installati i pacchetti necessari a compilare nginx. Ora bisogna modificare il file @debian/rules@ nella sezione riguardante il pacchetto binario @nginx-full@ (solo in questa, nelle altre non è necessario), aggiungendo la riga:

<pre>
--add-module=$(MODULESDIR)/nginx-auth-request \
</pre>

sotto alle altre direttive @--add-module@, in modo che il file si presenti così:

<pre>
[...]
config.status.full: config.env.full ### In questa sezione...
cd $(BUILDDIR_full) && CFLAGS="$(CFLAGS)" CORE_LINK="$(LDFLAGS)" ./configure \
--prefix=/usr/share/nginx \
--conf-path=/etc/nginx/nginx.conf \
--error-log-path=/var/log/nginx/error.log \
--http-client-body-temp-path=/var/lib/nginx/body \
--http-fastcgi-temp-path=/var/lib/nginx/fastcgi \
--http-log-path=/var/log/nginx/access.log \
--http-proxy-temp-path=/var/lib/nginx/proxy \
--http-scgi-temp-path=/var/lib/nginx/scgi \
--http-uwsgi-temp-path=/var/lib/nginx/uwsgi \
--lock-path=/var/lock/nginx.lock \
--pid-path=/run/nginx.pid \
--with-pcre-jit \
--with-debug \
--with-http_addition_module \
--with-http_dav_module \
--with-http_geoip_module \
--with-http_gzip_static_module \
--with-http_image_filter_module \
--with-http_realip_module \
--with-http_stub_status_module \
--with-http_ssl_module \
--with-http_sub_module \
--with-http_xslt_module \
--with-ipv6 \
--with-mail \
--with-mail_ssl_module \
--add-module=$(MODULESDIR)/nginx-auth-pam \
--add-module=$(MODULESDIR)/nginx-dav-ext-module \
--add-module=$(MODULESDIR)/nginx-echo \
--add-module=$(MODULESDIR)/nginx-upstream-fair \
--add-module=$(MODULESDIR)/ngx_http_substitutions_filter_module \
--add-module=$(MODULESDIR)/nginx-auth-request \ ### ...aggiungere questa riga
$(CONFIGURE_OPTS) >$@
touch $@
[...]
</pre>

A questo punto bisogna compilare i pacchetti binari:

<pre>
$ cd /home/utente/projects/nginx/nginx-1.4.4
$ fakeroot debian/rules binary
</pre>

Alla fine della compilazione nella directory @/home/utente/projects/nginx@ saranno presenti i pacchetti binari:

<pre>
nginx_1.4.4-1_all.deb
nginx-common_1.4.4-1_all.deb
nginx-doc_1.4.4-1_all.deb
nginx-extras_1.4.4-1_amd64.deb
nginx-extras-dbg_1.4.4-1_amd64.deb
nginx-full_1.4.4-1_amd64.deb
nginx-full-dbg_1.4.4-1_amd64.deb
nginx-light_1.4.4-1_amd64.deb
nginx-light-dbg_1.4.4-1_amd64.deb
nginx-naxsi_1.4.4-1_amd64.deb
nginx-naxsi-dbg_1.4.4-1_amd64.deb
nginx-naxsi-ui_1.4.4-1_all.deb
</pre>

Si può procedere ad installare i pacchetti necessari direttamente da questa directory:

<pre>
# dpkg -i nginx_1.4.4-1_all.deb nginx-common_1.4.4-1_all.deb nginx-full_1.4.4-1_amd64.deb
</pre>

h2. Avvio delle applicazioni

Dato che la guida si concentra sulla gestione dell'autenticazione tra django e tornado, si assume per semplicità che l'applicazione tornado sia hello-world ("link":http://www.tornadoweb.org/en/stable/#hello-world) e che le due applicazioni siano servite dai server di sviluppo:

<pre>
$ cd /home/utente/projects/django
$ ./manage.py runserver
</pre>

<pre>
$ cd /home/utente/projects/tornado
$ ./hello-world.py
</pre>

In questo modo il server di sviluppo di django risponde a @127.0.0.1:8000@ e tornado a @127.0.0.1:8888@

h2. Creazione del file di configurazione di nginx

Si crei il file @/etc/nginx/sites-available/django@:

<pre>
upstream tornado {
server 127.0.0.1:8888;
}

server {
listen 80;
root /home/utente/projects/django;
server_name django;
access_log /home/utente/projects/django/access.log;
error_log /home/utente/projects/django/error.log;
location / {
proxy_pass http://127.0.0.1:8000;
}
location /tornado {
auth_request /is_logged_in/;
proxy_pass http://tornado;
}
}
</pre>

e si attivi con:

<pre>
# ln -s /etc/nginx/sites-available/django /etc/nginx/sites-enabled/django
# /etc/init.d/nginx restart
</pre>

In questo modo si dice a nginx che per URL sotto a @/tornado@ deve fare una request a @/is_logged_in/@ e accettare di passare il controllo a tornado solo se riceve una risposta HTTP 200.

Aggiungere la riga

<pre>
127.0.0.1 django
</pre>

al file @/etc/hosts@.

h2. Modifica delle applicazioni Django e Tornado

L'applicazione hello world di tornado va modificata così:
<pre>
#!/usr/bin/env python
import tornado.ioloop
import tornado.web

class MainHandler(tornado.web.RequestHandler):
def get(self):
self.write("Hello, world")

application = tornado.web.Application([
# (r"/", MainHandler),
(r'/tornado', MainHandler),
])

if __name__ == "__main__":
application.listen(8888)
tornado.ioloop.IOLoop.instance().start()
</pre>

in modo che @MainHandler@ risponda all'URL @/tornado@ anziché all'URL @/@. Nell'applicazione django va aggiunto in @urls.py@:

<pre>
url(r'^is_logged_in/$', 'myproject.views.is_logged_in', name='is_logged_in'),
</pre>

e una view di questo tipo:

<pre>
from django import http

def is_logged_in(request):
if request.user.is_anonymous():
return http.HttpResponseForbidden("NO")
else:
return http.HttpResponse("OK")
</pre>

che non fa altro che restituire un HTTP 403 in caso l'utente non sia loggato, e un HTTP 200 diversamente. Se un template dell'applicazione django ha un link di questo tipo (o se si tenta di scrivere a mano l'URL):

<pre>
<a href="/tornado" class="btn">Tornado</a>
</pre>

nginx si comporterà così:

* Vede la richiesta a @http://django/tornado@
* La direttiva @auth_request@ passa il controllo all'URL @http://django/is_logged_in/@
* Django controlla se l'utente è loggato o meno, e dà una response di tipo 200 o 403
* Se la risposta è 200, allora nginx prosegue e passa il controllo a @http://127.0.0.1:8888@ dove risponde tornado
* Se la risposta è 403, nginx non prosegue e l'utente si vede impossibilitato a proseguire

h2. h3. Dubbi/problemi

* Compilare un plugin (seppur proveniente da una fonte autorevole, come un core dev di nginx) non mi piace troppo, specialmente se in un pacchetto così fondamentale come il server web/proxy
* Non ho ancora risolto il problema per cui l'utente non loggato vede un errore 403 anziché un più educato redirect alla view di login. Purtroppo il plugin non supporta i redirect, ma soltanto 403/200, quindi perché funzioni la direttiva @auth_request@ non ho potuto usare il decoratore @login_required@ nella view django.
* Il "changelog di nginx":http://nginx.org/en/CHANGES dice che dalla versione 1.5.4 del 27 agosto 2013 il modulo @ngx_http_auth_request_module@ è incluso, quindi ci si può aspettare che anche i futuri pacchetti debian lo includano.